Azure Resource Manager (ARM) consente di gestire i componenti di una soluzione in Azure, come i database, le macchine virtuali, i componenti e le app Web. Questa esercitazione illustra come abilitare l'autenticazione in Azure Active Directory, registrare una delle API ARM come connettore personalizzato e quindi connettersi a essa in PowerApps. Questa funzionalità è utile se si vogliono gestire risorse di Azure direttamente da un'app. Per altre informazioni su ARM, vedere Panoramica di Azure Resource Manager.

Prerequisiti

Abilitare l'autenticazione in Azure Active Directory

Per prima cosa è necessario creare un'applicazione di Azure Active Directory (AAD) che eseguirà l'autenticazione quando viene chiamato l'endpoint dell'API di ARM.

  1. Accedere al portale di Azure. Se si usano più tenant Azure Active Directory, controllare il nome utente in alto a destra per verificare di essere connessi alla directory corretta.

    Nome utente

  2. Fare clic su Altri servizi nel menu a sinistra. Digitare Azure Active Directory nella casella di testo Filtro e quindi fare clic su Azure Active Directory.

    Azure Active Directory

    Si apre il pannello di Azure Active Directory.

  3. Nel menu del pannello di Azure Active Directory fare clic su Registrazioni per l'app.

    Registrazioni per l'app

  4. Nell'elenco delle applicazioni registrate fare clic su Aggiungi.

    Pulsante Aggiungi

  5. Digitare un nome per l'applicazione, lasciare selezionato App Web/API, quindi per URL di accesso digitare https://login.windows.net. Fare clic su Crea.

    Nuovo modulo di app

  6. Fare clic sulla nuova applicazione nell'elenco.

    Nuova app nell'elenco

    Viene visualizzato il pannello App registrata. Prendere nota dell'ID applicazione. Sarà necessario in un secondo tempo.

  7. A questo punto dovrebbe aprirsi anche il pannello Impostazioni. Se non si è aperto, fare clic sul pulsante Impostazioni.

    Pulsante Impostazioni

  8. Nel pannello Impostazioni fare clic su URL di risposta. Nell'elenco di URL aggiungere https://msmanaged-na.consent.azure-apim.net/redirect e fare clic su Salva.

    URL di risposta

  9. Tornare al pannello Impostazioni e fare clic su Autorizzazioni necessarie. Fare clic su Aggiungi nel pannello Autorizzazioni necessarie.

    Autorizzazioni necessarie

    Viene visualizzato il pannello Aggiungi accesso all'API.

  10. Fare clic su Selezionare un'API. Nel pannello visualizzato fare clic sull'opzione per l'API Gestione dei servizi di Azure e quindi su Seleziona.

    Selezionare un'API

  11. Fare clic su Selezionare le autorizzazioni. In Autorizzazioni delegate fare clic su Access Azure Service Management as organization users (Accesso a gestione dei servizi di Azure come utenti dell'organizzazione), quindi fare clic su Seleziona.

    Autorizzazioni delegate

  12. Nel pannello Aggiungi accesso all'API fare clic su Chiudi.

  13. Tornare al pannello Impostazioni e fare clic su Chiavi. Nel pannello Chiavi digitare una descrizione della chiave, selezionare un periodo di scadenza e quindi fare clic su Salva. Verrà visualizzata la nuova chiave. Prendere nota del valore della chiave, che sarà anch'esso necessario in un secondo momento. Ora è possibile chiudere il portale di Azure.

    Creare una chiave

Aggiungere la connessione in PowerApps

Completata la configurazione dell'applicazione di AAD, è possibile aggiungere il connettore personalizzato.

  1. In powerapps.com nel menu a sinistra fare clic su Connessioni. Selezionare i puntini di sospensione (... ), quindi selezionare Gestisci connettori personalizzati in alto a destra.

    Suggerimento: se non si riesce a trovare l'opzione che consente di gestire i connettori personalizzati in un browser per dispositivi mobili, potrebbe trovarsi in un menu nell'angolo in alto a sinistra.

    Crea connettore personalizzato

  2. Selezionare Crea connettore personalizzato.

    Proprietà del connettore personalizzato

  3. Digitare un nome per la connessione e quindi caricare il file OpenAPI di ARM di esempio. Scegliere Continua.

    Connettersi a un nuovo endpoint API

  4. Nella schermata successiva, dato che il file OpenAPI usa l'applicazione di AAD per l'autenticazione, è necessario inserire alcune informazioni sull'applicazione in PowerApps. In ID client digitare l'ID applicazione di AAD annotato in precedenza. Usare la chiave per il segreto client. Infine per URL risorsa digitare https://management.core.windows.net/.

    Importante: assicurarsi di includere l'URL risorsa esattamente come è stato scritto in precedenza, inclusa la barra finale.

    Impostazioni OAuth

  5. Il connettore personalizzato è ora registrato e può essere usato all'interno di PowerApps o Microsoft Flow.

    Connettore personalizzato aggiunto

    Nota: il file OpenAPI di esempio non definisce l'intero set di operazioni di ARM e attualmente contiene solo l'operazione di elenco di tutte le sottoscrizioni. È possibile modificare questo file OpenAPI o crearne un altro con l'editor online di OpenAPI. Questo processo può essere usato per accedere a qualsiasi API RESTful autenticata usando AAD.

Passaggi successivi

Per informazioni dettagliate su come creare un'app, vedere l'argomento relativo alla creazione di un'app da dati.

Per altre informazioni sull'uso di un flusso in un'app, vedere l'argomento relativo all'avvio di un flusso in un'app.

Per eventuali domande o commenti sui connettori personalizzati, entrare nella community.