Informazioni su come eseguire la migrazione di risorse da un ambiente a un altro. Questi ambienti possono trovarsi all'interno dello stesso tenant o su tenant diversi.

Scenario

Uno scenario comune in cui si potrebbe voler eseguire la migrazione delle risorse è quello in cui sono presenti un ambiente di testing o di sviluppo e un ambiente di produzione. Sviluppatori e tester hanno accesso alle app nei propri ambienti. Ma quando è necessario eseguire la migrazione di una nuova app all'ambiente di produzione, quell'ambiente esercita un controllo rigoroso sulle autorizzazioni richieste prima di aggiornarlo e modificarlo.

Un altro scenario è quello in cui ogni cliente ha il proprio ambiente e i propri dati. Quando si aggiunge un nuovo cliente, viene creato un nuovo ambiente. In questo caso verrebbe eseguita la migrazione delle app in tale ambiente.

Risorse per cui è possibile eseguire la migrazione

Esistono procedure diverse a seconda della tipologia di risorsa per cui eseguire la migrazione.

  1. Connessioni, connessioni personalizzati e flussi: non è possibile eseguire la migrazione di tali risorse. È necessario ricrearle nell'ambiente di destinazione.
  2. Gateway: i gateway sono supportati solo negli ambienti predefiniti (e in {nome tenant} (da anteprima) ). La migrazione non è pertanto supportata.
  3. PowerApps: l'app viene salvata localmente nell'ambiente di origine usando PowerApps Studio per Windows o PowerApps Studio per il Web. Aprire l'app e ricrearla nell'ambiente di destinazione.
  4. Modifiche dello schema dell'entità di Common Data Service, nuove entità, nuovi set di autorizzazioni, nuovi ruoli: questo tipo di migrazione non è supportato per disponibilità a livello generale. Lo sarà tuttavia a breve.

Connessioni, connettori personalizzati e flussi

Non è possibile eseguire la migrazione di queste risorse. È necessario creare ogni risorsa necessaria nell'ambiente di destinazione.

Gateway

I gateway sono supportati solo negli ambienti predefiniti e in {nome tenant} (da anteprima). La migrazione non è pertanto supportata. È necessario creare ogni gateway necessario nell'ambiente di destinazione.

Migrazione di un'app

  1. In http://web.powerapps.com toccare o fare clic su App, selezionare i puntini di sospensione corrispondenti all'app della quale si vuole eseguire la migrazione e scegliere di modificare l'app in PowerApps Studio per Windows o in PowerApps Studio per il Web.

  2. Quando PowerApps Studio si apre, fare clic su Salva con nome sulla barra di spostamento di sinistra, selezionare Questo computer e toccare o fare clic su Salva. Prendere nota del percorso in cui è stato salvato il file nel computer locale.

  3. Modificare l'ambiente per l'ambiente di destinazione.

    Per PowerApps Studio per il Web, tornare a http://web.powerapps.com per cambiare l'ambiente e riaprire PowerApps Studio per il Web nel browser:

    Per PowerApps Studio per Windows, è possibile modificare l'ambiente aprendo le informazioni account:

  4. Aprire PowerApps Studio che ora si troverà nell'ambiente di destinazione. Toccare o fare clic su Apri sulla barra di navigazione di sinistra e toccare o fare clic su Sfoglia.

  5. Selezionare il file nel percorso in cui è stato salvato nell'ambiente originale e toccare o fare clic su Apri.

  6. È possibile che sia necessaria risolvere eventuali problemi di compilazione nell'app durante l'accesso alle risorse che possono avere nomi diversi, ad esempio connessioni e origini dati. Un modo semplice per risolvere i problemi di compilazione dell'app consiste nel rimuovere e aggiungere nuovamente le origini dati per l'app nell'ambiente di destinazione. Vedere Informazioni sulle origini dati.

  7. Testare l'applicazione per verificare se sono stati risolti tutti i problemi di compilazione.

Modifiche dello schema dell'entità di Common Data Service, nuove entità, nuovi set di autorizzazioni e nuovi ruoli

Non è attualmente supportata una funzionalità per eseguire la migrazione di entità, set di autorizzazioni e ruoli da un database di Common Data Service database a un altro in un ambiente distinto. Sarà tuttavia disponibile molto presto.