Informazioni su come eseguire la migrazione di risorse da un ambiente a un altro tramite la creazione di pacchetti. Questi ambienti possono trovarsi all'interno dello stesso tenant o su tenant diversi.

Scenario

Uno scenario comune in cui si potrebbe voler eseguire la migrazione delle risorse è quello in cui sono presenti un ambiente di testing o di sviluppo e un ambiente di produzione. Sviluppatori e tester hanno accesso alle app nei propri ambienti. Ma quando è necessario eseguire la migrazione di una nuova app all'ambiente di produzione, quell'ambiente esercita un controllo rigoroso sulle autorizzazioni richieste prima di aggiornarlo e modificarlo.

Un altro scenario è quello in cui ogni cliente ha il proprio ambiente e i propri dati. Quando si aggiunge un nuovo cliente, viene creato un nuovo ambiente. In questo caso verrebbe eseguita la migrazione delle app in tale ambiente.

Risorse che possono essere sottoposte a migrazione tramite la creazione di pacchetti

Quando si esporta un'app, anche le risorse dipendenti dell'app verranno esportate nel pacchetto. Come illustrato nella tabella seguente, verrà inizialmente supportato solo un sottoinsieme di tutti i tipi di risorse possibili.

Tipo di risorsa Supportato Opzioni di importazione
App Sono disponibili due opzioni per l'importazione di un'app in un ambiente:
  1. Crea nuova: l'app verrà creata come nuova app nell'ambiente in cui è stato importato il pacchetto.
  2. Aggiorna: l'app esiste già nell'ambiente e verrà aggiornata quando viene importato questo pacchetto.
Flusso Sono disponibili due opzioni per l'importazione di un flusso in un ambiente:
  1. Crea nuovo: il flusso verrà creato come nuovo flusso nell'ambiente in cui è stato importato il pacchetto.
  2. Aggiorna - il flusso esiste già nell'ambiente e verrà aggiornato quando viene importato questo pacchetto.
NOTA: anche tutte le risorse da cui dipende il flusso verranno incluse nel pacchetto dell'app che viene esportato e dovranno essere configurate insieme al pacchetto importato
Elenchi a discesa e personalizzazioni delle entità CDS Sono disponibili due opzioni per l'importazione di entità o elenchi a discesa CDS in un ambiente:
  1. Sovrascrivi: se è presente una risorsa con lo stesso nome, l'operazione di importazione la sostituirà. Se non è presente alcuna risorsa corrispondente, verrà creata una nuova risorsa.
  2. Merge: se è presente un'entità o un elenco a discesa con lo stesso nome, eventuali nuovi campi o voci verranno aggiunti, ma le voci o i campi mancanti non verranno rimossi.
Connettori personalizzati No Se un'app dipende da un connettore personalizzato, non è attualmente supportata l'esportazione del connettore come parte del pacchetto.

Se è presente un'app che si basa su un connettore personalizzato, l'unica opzione attualmente disponibile consiste nel ricreare o aggiornare manualmente il connettore nell'ambiente di destinazione e quindi selezionare il connettore quando si importa il pacchetto.

Connessioni No Se un'app dipende da una connessione, ad esempio una connessione SQL con credenziali, non è attualmente supportata l'esportazione della connessione o delle credenziali come parte del pacchetto.

Se è presente un'app che si basa su una connessione condivisa, ad esempio SQL, l'unica opzione attualmente disponibile consiste nel ricreare manualmente la connessione con le credenziali appropriate nell'ambiente di destinazione e quindi selezionare tale connessione quando si importa il pacchetto.

Ruoli e set di autorizzazioni CDS personalizzati No L'esportazione di ruoli e/o set di autorizzazioni CDS personalizzati non è attualmente supportata, quindi l'unica opzione attualmente disponibile consiste nel ricreare manualmente queste entità nell'ambiente di destinazione.
Gateway No I gateway sono supportati solo negli ambienti predefiniti e in {nome tenant} (da anteprima). L'esportazione/migrazione non è pertanto supportata.
Righe di dati CDS No L'esportazione di righe da entità CDS non è attualmente supportata, quindi l'unica opzione attualmente disponibile consiste nell'esportare e importare manualmente i dati dopo l'applicazione delle modifiche dello schema CDS al nuovo ambiente.

Modalità di accesso ai pacchetti per l'app

La possibilità di esportare un'app è disponibile per tutti gli utenti con autorizzazione "Può modificare" per l'app.

La possibilità di importare un'app è disponibile per tutti gli utenti con autorizzazione "Autore dell'ambiente" nell'ambiente di destinazione.

Per esportare o importare un'app, è necessario che un utente abbia una licenza di tipo PowerApps Piano 2 o una licenza per la versione di valutazione gratuita di tipo PowerApps Piano 2.

NOTA: durante la fase di anteprima per i pacchetti, tutti gli utenti con una licenza di PowerApps valida potranno provare i pacchetti per le proprie app e i propri ambienti.

Esportazione di un'app

  1. In http://web.powerapps.com toccare o fare clic su App, selezionare i puntini di sospensione per l'app da sottoporre a migrazione e in fine selezionare Esporta (anteprima).

    Selezionare Esporta

  2. Quando viene aperta la pagina del pacchetto di esportazione, immettere un nome e una descrizione per il pacchetto.

    Verificare i dettagli del pacchetto

  3. Nella sezione "Rivedi contenuto del pacchetto" è possibile aggiungere facoltativamente commenti o note oppure modificare l'impostazione relativa alla modalità di importazione di ogni singola risorsa nell'ambiente di destinazione durante l'importazione del pacchetto.

    Configurare il contenuto del pacchetto

  4. Al termine, selezionare Esporta e il download del file del pacchetto verrà avviato entro pochi secondi.

Importazione di un'app

  1. In http://web.powerapps.com toccare o fare clic su App e quindi selezionare Importa pacchetto (anteprima).

    Selezionare importa

  2. Selezionare Carica e quindi selezionare il file del pacchetto dell'app da importare.

    Selezionare il file del pacchetto

  3. Al termine del caricamento del pacchetto, sarà necessario verificare i contenuti del pacchetto e fornire input aggiuntivo per eventuali elementi contrassegnati con un'icona rossa, selezionando l'icona a forma di chiave inglese per ogni elemento e immettendo le informazioni necessarie.

    Verificare i contenuti del pacchetto

  4. Dopo avere fornito tutte le informazioni necessarie, selezionare Importa.

    Contenuto del pacchetto aggiornato

  5. Al termine dell'importazione, verrà visualizzata automaticamente una pagina, simile alla seguente, che indica se l'operazione di importazione ha avuto esito positivo.

    Verificare i risultati dell'importazione

NOTA Se si importa un'app e si sceglie l'opzione Aggiorna per un'app esistente, le nuove modifiche verranno salvate come bozza delle applicazioni. Sarà necessario pubblicare tali modifiche per renderle disponibili a tutti gli altri utenti delle applicazioni.

Limitazioni note

Limitazione Stato
È stato segnalato che il completamento dell'importazione di pacchetti di app che contengono più di ~3 risorse richiede alcuni minuti. Questo è un problema noto e una correzione sarà disponibile a breve.