Creare app adatte alle esigenze aziendali è un'esperienza che dà soddisfazione, ma la caratteristica formidabile di PowerApps riguarda la possibilità di condividere le app con altri utenti. In questo argomento viene descritto come condividere le app con utenti o gruppi di sicurezza specifici oppure con l'intera organizzazione.

Aprire la schermata di condivisione dell'app

Per condividere un'app è necessario aprire powerapps.com. La condivisione delle app in PowerApps Studio o PowerApps Mobile non è più supportata.

Da PowerApps Studio

  • Opzione 1: nel menu File fare clic o toccare Condividi.

    File e Condividi

  • Opzione 2: nel menu File fare clic o toccare Apri e quindi fare clic o toccare l'icona di condivisione per un'app.

    Puntini di sospensione e Condividi

Da powerapps.com

  • Nel riquadro di spostamento di sinistra fare clic o toccare App, fare clic o toccare i puntini di sospensione (...) e quindi Condividi.

    Puntini di sospensione nel portale

Condividere un'app

A questo punto, è possibile condividere un'app attenendosi alla procedura seguente.

  1. Specificare i nomi di uno o più utenti o gruppi di sicurezza in Azure Active Directory oppure specificare che si vuole condividere l'app con l'intera organizzazione. Si noti che è possibile condividere solo con l'autorizzazione Utente quando si condivide con l'intera organizzazione.

    Specificare gli utenti in powerapps.com

  2. Specificare il livello di autorizzazioni:

    • Utente: gli utenti o i gruppi possono eseguire l'app ma non condividerla.
    • Collaboratore: gli utenti o i gruppi possono eseguire l'app, personalizzarla e condividere la versione personalizzata con altri utenti.

      Portale di condivisione dell'app

  3. Fare clic o toccare Save (salva).

Per modificare le autorizzazioni per un utente o un gruppo, ripetere il passaggio 1 di questa procedura e quindi specificare un'opzione diversa nell'elenco delle autorizzazioni per l'utente o il gruppo. Per rimuovere tutte le autorizzazioni per un utente o un gruppo, toccare o fare clic sull'icona x per l'utente o il gruppo.

Inviare una notifica di posta elettronica

Quando si condivide un'app, è possibile specificare se inviare agli utenti o a un gruppo di sicurezza una notifica tramite posta elettronica. Se si sceglie questa opzione, verrà inviato un messaggio di posta elettronica per informare l'utente o gli utenti o i gruppi di sicurezza. Il messaggio di posta elettronica contiene un collegamento che consente di accedere all'app. Se appropriato, agli utenti viene chiesto di iscriversi a PowerApps e di installarlo.

Si noti che vengono inviati modelli di messaggi di posta elettronica diversi a seconda dell'autorizzazione con la quale si sceglie di condividere l'app. Quando si condivide l'app con l'autorizzazione Utente, il messaggio di posta elettronica contiene il collegamento per eseguire l'app. Quando si condivide l'app con l'autorizzazione Collaboratore, il messaggio di posta elettronica contiene il collegamento per modificare l'app in PowerApps Studio o eseguirla.

In che modo gli utenti visualizzano l'app condivisa?

Dopo aver condiviso un'app con uno o più utenti o gruppi di sicurezza, la modalità con cui possono visualizzare l'app varia a seconda dell'autorizzazione con cui è stata condivisa.

Se l'app è stata condivisa con l'autorizzazione Utente

Gli utenti con cui è stata condivisa l'app ricevono una notifica di posta elettronica se è stata selezionata la casella di controllo corrispondente nella schermata di condivisione dell'app. Nel messaggio di posta elettronica gli utenti possono fare clic o toccare un collegamento per eseguire l'app in Dynamics 365. Poiché il supporto di collegamenti universali sarà disponibile a breve, se è stato installato PowerApps Studio o PowerApps Mobile, l'app verrà aperta in PowerApps Studio o PowerApps mobile.

Gli utenti possono anche individuare l'app in AppSource in Dynamics 365 nel caso, ad esempio, non sia stato inviato un messaggio di posta elettronica. Altre informazioni su come gli utenti possono ottenere le app tramite AppSource.

Se l'app è stata condivisa con l'autorizzazione Collaboratore

Gli utenti con cui è stata condivisa l'app ricevono una notifica di posta elettronica se è stata selezionata la casella di controllo corrispondente nella schermata di condivisione dell'app. Nel messaggio di posta elettronica gli utenti possono fare clic o toccare un collegamento che apre l'app direttamente per la modifica mediante PowerApps Studio per il Web. È anche disponibile un collegamento per eseguire l'app in Dynamics 365. Poiché il supporto di collegamenti universali sarà disponibile a breve, se è stato installato PowerApps Studio o PowerApps Mobile, l'app verrà aperta in PowerApps Studio o PowerApps Mobile.

Gli utenti possono anche individuare l'app in powerapps.com nel caso, ad esempio, non sia stato inviato un messaggio di posta elettronica. Questa è la home page in cui gli autori delle app possono visualizzare tutte le app create o condivise con l'autorizzazione Collaboratore. In Dynamics 365 invece gli utenti possono eseguire rapidamente le app di PowerApps e altre app aziendali.

Altre considerazioni

  • Per condividere un'app è necessario salvarla nel cloud, non in locale.

  • Prima di condividere un'app, determinare gli utenti e i gruppi di sicurezza con cui condividere l'app e il ruolo che si vuole associare a ognuno, ovvero utente o collaboratore. Se si condivide un'app con un gruppo, i membri esistenti del gruppo e chiunque ne faccia parte avranno le autorizzazioni specificate. Chiunque lasci il gruppo perderà le autorizzazioni, a meno che non sia un membro di un gruppo diverso che vi ha accesso o che per questo utente non siano state specificate autorizzazioni in modo esplicito.

  • Ogni membro di un gruppo ha l'autorizzazione del gruppo cui appartiene. Tuttavia, è possibile specificare autorizzazioni maggiori per uno o più membri del gruppo, per permettere un livello di accesso superiore. È possibile ad esempio condividere un'app con il gruppo di sicurezza A con l'autorizzazione Utente. Ogni membro del gruppo di sicurezza A può eseguire l'app. L'app viene quindi condivisa con l'utente B che appartiene al gruppo di sicurezza A con autorizzazione Collaboratore. L'utente B può ora modificare l'app, mentre gli altri utenti del gruppo di sicurezza A possono solo usare l'app. Se si specificano autorizzazioni minori per uno o più membri di un gruppo, questi avranno comunque tutte le autorizzazioni concesse al gruppo nel suo complesso.

  • Sebbene sia possibile condividere un'app con l'intera organizzazione, considerare attentamente se tutti gli utenti necessitano dell'accesso all'app.

  • Tenere presente che le modifiche apportate a un'app condivisa vengono trasmesse ai destinatari della condivisione non appena si esegue il salvataggio. Questo comportamento può essere vantaggioso se si apportano miglioramenti all'app, ma può anche avere un impatto negativo se si rimuovono o si modificano in modo sostanziale alcune funzionalità.

  • Prima di condividere un'app, assegnare all'app un nome e una descrizione significativi. In questo modo, gli utenti possono capire a che cosa serve l'app e selezionarla facilmente da un elenco. Nel menu File in PowerApps Studio fare clic o toccare Impostazioni app, quindi immettere una descrizione.

Descrizione dell'app

Condivisione dell'app e risorse usate dall'app

La maggior parte delle app è basata su almeno uno di questi tipi di risorse:

  • una connessione a un'origine dati
  • un gateway dati locale
  • un'API personalizzata
  • una cartella di lavoro di Excel o un altro servizio
  • un flusso

Gli utenti e i collaboratori devono avere le autorizzazioni per le connessioni dati e i gateway usati dall'app. Alcune autorizzazioni vengono assegnate in modo implicito con l'app, ma altre devono essere concesse in modo esplicito. Per altre informazioni, vedere Condividere le risorse dell'app.

Quando si condivide un'app che usa Common Data Service, la barra delle informazioni indica che è necessario condividere l'autorizzazione di runtime per Common Data Service separatamente. Se non si ha l'autorizzazione per eseguire questa operazione, contattare l'amministratore di ambiente. Altre informazioni sulla sicurezza di Common Data Service.

Risorse dell'app durante la condivisione

Cosa non è supportato?

  • È possibile condividere con un gruppo di sicurezza ma non con un gruppo di distribuzione.
  • È possibile condividere le app con gli utenti dell'organizzazione ma non con gli utenti di un altro tenant.
  • È possibile condividere un'app da powerapps.com ma non da PowerApps Studio. Fare clic o toccare un'icona di condivisione in PowerApps Studio per aprire powerapps.com.
  • È possibile condividere nuovamente un'app se si ha l'autorizzazione Collaboratore (non Utente) per l'app.