Nota: questo articolo fa parte di una serie di esercitazioni sull'uso di PowerApps, Microsoft Flow e Power BI con SharePoint Online. Assicurarsi di leggere l'introduzione alla serie per farsi un'idea del quadro generale, nonché dei download correlati.

Dopo aver creato gli elenchi di SharePoint è possibile creare e personalizzare la prima app. Dato che PowerApps è integrato in SharePoint, è semplice generare una semplice app a tre schermate direttamente da un elenco. Questa app consente di visualizzare le informazioni di riepilogo e dettagliate per ogni elemento dell'elenco, aggiornare gli elementi dell'elenco esistenti e creare nuovi elementi di elenco. Se si crea un'app direttamente da un elenco, questa viene visualizzata come un vista per tale elenco. Sarà quindi possibile eseguire l'app in un browser, nonché su un telefono cellulare.

Suggerimento: il pacchetto di download per questo scenario include una versione completa di questa app: project-requests-app.msapp.

Passaggio 1: Generare un'app da un elenco di SharePoint

  1. Nell'elenco Richieste di progetto creato in precedente, fare clic o toccare PowerApps, quindi Crea un'app.

    Creare un'app

  2. Assegnare un nome all'app, ad esempio "App Richieste di progetto", quindi fare clic o toccare Crea. Quando l'app è pronta, viene aperta in PowerApps Studio per il Web.

    Specificare un nome per l'app

Passaggio 2: Esaminare l'app in PowerApps Studio

  1. In PowerApps Studio, per impostazione predefinita la barra di spostamento a sinistra mostra una visualizzazione gerarchica delle schermate e dei controlli dell'app.

    PowerApps Studio con visualizzazione gerarchica

  2. Fare clic o toccare l'icona di anteprima per cambiare visualizzazione.

    Selezione di visualizzazione di PowerApps Studio

  3. Fare clic o toccare ogni schermata per visualizzarla nel riquadro centrale. Ci sono tre schermate:

    1. La schermata di esplorazione, in cui è possibile esplorare, ordinare e filtrare i dati estratti dall'elenco.
    2. La schermata dei dettagli, in cui è possibile visualizzare altri dettagli su un elemento.
    3. La schermata di creazione/modifica, in cui è possibile modificare un elemento esistente o crearne uno nuovo.

    PowerApps Studio con visualizzazione Anteprima

Passaggio 3: Personalizzare la schermata di esplorazione dell'app

  1. Fare clic o toccare la schermata di esplorazione.

    Questa schermata ha un layout che contiene un raccolta per mostrare gli elementi dell'elenco, nonché altri controlli, ad esempio una barra di ricerca e un pulsante di ordinamento.

  2. Selezionare la raccolta BrowseGallery1 facendo clic o toccando o qualsiasi record, ad eccezione del primo.

    Esplorare la raccolta

  3. Nel riquadro destro, aggiornare i campi in modo che corrispondano all'elenco seguente:

    • DataRichiesta
    • Descrizione
    • Titolo
    • Richiedente

    Campi della raccolta

  4. Con BrowseGallery1 ancora selezionato, selezionare la proprietà Items.

    Proprietà Items

  5. Modificare la formula in SortByColumns(Filter('Richieste di progetto', StartsWith(Title, TextSearchBox1.Text)), "Titolo", If(SortDescending1, Descending, Ascending)).

    Barra della formula

    Ciò consente di ordinare e cercare il campo Titolo anziché il valore predefinito selezionato da PowerApps. Per altre informazioni, vedere Approfondimento sulle formule.

  6. Fare clic o toccare File, quindi Salva. Fare clic o toccare l'icona Torna all'app per tornare all'app.

Passaggio 4: Personalizzare la schermata dei dettagli e la schermata di modifica dell'app

  1. Fare clic o toccare la schermata dei dettagli.

    Questa schermata ha un layout diverso che contiene un modulo di visualizzazione per visualizzare i dettagli relativi a un elemento selezionato nella raccolta. Include controlli per modificare ed eliminare gli elementi e per tornare alla schermata di esplorazione.

  2. Selezionare il modulo di visualizzazione DetailForm1.

    Modulo di visualizzazione dettagli

  3. Nel riquadro destro, trascinare il campo Titolo nella parte superiore.

    Campo Titolo

  4. Fare clic o toccare la schermata di modifica.

    Questa schermata contiene un modulo di modifica per modificare l'elemento selezionato o crearne uno nuovo (se si proviene direttamente dalla schermata di esplorazione). Include controlli per salvare o annullare le modifiche.

  5. Selezionare il modulo di modifica EditForm1.

    Modulo di modifica

  6. Come sopra, trascinare il campo Titolo nella parte superiore.

    Campo Titolo

Passaggio 5: Eseguire l'app dall'elenco

  1. Nell'elenco Richieste di progetto fare clic o toccare Tutti gli elementi, quindi App Richieste di progetto.

    Visualizzare l'app Richieste di progetto

  2. Fare clic su Apri per aprire l'app in una nuova scheda del browser.

    Aprire l'app Richieste di progetto

  3. Nell'app, fare clic o toccare l'icona Vai ai dettagli accanto al primo elemento nella raccolta di esplorazione.

    Primo elemento della raccolta

  4. Fare clic o toccare l'icona di modifica a forma di matita per modificare l'elemento.

  5. Aggiornare il campo Descrizione cambiando l'ultima parola da "gruppo" in "team", quindi fare clic o toccare l'icona del segno di spunta

    Aggiornare il campo Descrizione

  6. Chiudere la scheda del browser.

  7. Tornare all'elenco Richieste di progetto, fare clic o toccare App Richieste di progetto, quindi Tutti gli elementi.

    Visualizzare tutti gli elementi

  8. Verificare le modifiche apportate dall'app.

    Verificare la modifica

Si tratta di un'app molto semplice, di cui sono state effettuate solo alcune personalizzazioni di base, ma come si può notare è possibile creare rapidamente qualcosa di interessante. Si passerà ora all'attività successiva, ma si consiglia di studiare ulteriormente l'app per comprendere in che modo i controlli e le formule interagiscono per poter creare il comportamento dell'app.

Approfondimento sulle formule

Questa sezione è facoltativa, ma aiuterà a comprendere meglio il funzionamento delle formule. Nel passaggio 3 di questa attività, è stata modificata la formula per la proprietà Items di BrowseGallery1. In maniera specifica, sono stati modificati l'ordinamento e la ricerca in modo da usare il campo Titolo anziché il campo selezionato da PowerApps. Di seguito è riportata la formula modificata:

SortByColumns ( Filter ( 'Richieste di progetto', StartsWith ( Title, TextSearchBox1.Text ) ), "Titolo", If ( SortDescending1, Descending, Ascending ) )

Lo scopo di questa formula è quello di determinare l'origine dati visualizzata nella raccolta, filtrare i dati in base all'eventuale testo inserito nella casella di ricerca e ordinare i risultati in base al pulsante di ordinamento nell'app. La formula usa le funzioni per eseguire queste operazioni. Le funzioni usano i parametri (cioè gli input), eseguono un'operazione (ad esempio il filtro) e restituiscono un valore (cioè l'output):

  • La funzione SortByColumns ordina una tabella in base a una o più colonne.

  • La funzione Filter trova i record in una tabella che soddisfano una formula specificata dall'utente.

  • La funzione StartsWith verifica se una stringa di testo inizia con un'altra.

  • La funzione If restituisce un valore se una condizione è true e restituisce un altro valore se la stessa condizione è false.

Quando si uniscono le funzioni nella formula, ecco cosa succede:

  1. Se si immette del testo nella casella di ricerca, la funzione StartsWith confronta il testo all'inizio di ogni stringa nella colonna Titolo dell'elenco.

    StartsWith ( Title, TextSearchBox1.Text )

    Ad esempio, se si immette "de" nella casella di ricerca si otterranno quattro risultati, tra cui elementi che iniziano con "Desktop" e "Device" (dispositivo). Non saranno però visibili tutti gli elementi "Mobile devices" (Dispositivi mobili), perché non iniziano con "de".

  2. La funzione Filter restituisce le righe dalla tabella Richieste di progetto. Se nella casella di ricerca non è presente alcun testo da confrontare, Filter restituisce tutte le righe.

    Filter ( 'Richieste di progetto', StartsWith ( Title, TextSearchBox1.Text )

  3. La funzione If controlla se la variabile SortDescending1 è impostata su true o false (impostata dal pulsante di ordinamento nell'app). La funzione restituisce quindi un valore di decrescente o crescente.

    If ( SortDescending1, Descending, Ascending )

  4. A questo punto la funzione SortByColumns può ordinare la raccolta. In questo caso, l'ordinamento viene eseguito in base al campo Titolo, ma può trattarsi di un campo diverso da quello cercato.

A questo punto l'utente dovrebbe aver compreso meglio il funzionamento di questa formula e come è possibile combinare le funzioni e altri elementi per determinare il comportamento delle proprie app. Per altre informazioni, vedere Informazioni di riferimento sulle funzioni in PowerApps.

Passaggi successivi

Il passaggio successivo di questa serie di esercitazioni consiste nel creare un flusso per gestire le approvazioni dei progetti.